Dott. Pierfrancesco Bove

Chirurgia Estetica Corpo

La bellezza è in ogni donna e in ogni uomo. Un buon chirurgo deve solo esaltare le caratteristiche di ogni persona senza inventare nulla.

SCOPRI CHI SONO
Home » Mastoplastica Additiva a Bari e Lecce

Mastoplastica Additiva a Bari e Lecce

L’intervento di mastoplastica additiva, disponibile a Bari e Lecce dove opera il Dott. Pierfrancesco Bove, è ad oggi l’intervento di chirurgia plastica più richiesto dalle donne. Essendo il seno il simbolo più alto della femminilità, molte donne considerano, l’avere un seno piccolo, come un vero e proprio difetto fisico e un problema che mina la loro autostima, i loro rapporti inter-personali e con l’altro sesso creando molti disagi.

 

CANDIDATO IDEALE

L’operazione di mastoplastica additiva è consigliata in tutti i casi in cui la paziente presenti una ipoplasia mammaria condizionante, tale da comprometterne anche la sicurezza e stabilità personale. Il seno è una parte importante del corpo di una donna, e pertanto scegliere di sottoporsi a questo intervento può rivelarsi importante per recuperare la propria autostima cambiando una piccola quanto essenziale parte della silhouette. Inoltre la mastoplastica additiva è eseguita e consigliata nei processi chirurgici di cambiamento di sesso. Non solo l’assunzione di ormoni ma anche l’inserimento di protesi al seno è la soluzione giusta perché un uomo, prossimo al cambiamento della propria vita, possa ottenere un seno femminile.

 

PRIMA DI UNA MASTOPLASTICA ADDITIVA

Prima di sottoporsi all’operazione è opportuno che il paziente si sottoponga ad una prima visita medica, che incontri il proprio chirurgo il quale necessiterà di una accurata anamnesi per stabilire come intervenire sul seno. Analisi del sangue ed esami strumentali sono infatti necessari prima di un intervento. Inoltre sempre in sede di controllo è importante mostrare alla paziente come si svolgerà l’operazione, quali saranno gli obiettivi finali, le tipologie di protesi disponibili e cosa dovrà aspettarsi durante la fase di degenza.

 

LE VARIE TIPOLOGIE DI PROTESI PER IL SENO

Per garantire alle pazienti risultati naturale e allo stesso tempo armonici, il mondo della chirurgia usufruisce di diverse tipologie di protesi per il seno, varianti principalmente per forma oltre che per grandezza.

Si distinguono infatti in:

  1. Protesi anatomiche, la cui forma di goccia conferisce al seno un aspetto più naturale e tendente verso il basso come è in natura per tutte le donne.
  2. Protesi tonde dalla forma circolare, con dunque altezza e larghezza di ugual misura. Per loro forma, queste protesi si adattano molto bene a un seno la cui ghiandola mammaria è ben conformata. Il loro inserimento offre un effetto omogeneo al seno, il quale appare ben riempito e rifiorito.

Per quanto concerne la grandezza, i cc di una protesi variano a seconda delle richieste delle pazienti in accordo con i consigli del chirurgo che mira sempre ad offrire un risultato naturale e non estremo. È inoltre importante ricordare che esistono tipologie diverse di protesi anche in relazione al marchio prediletto dal chirurgo.

 

L’INTERVENTO

L’operazione di mastoplastica additiva è comunemente eseguita in anestesia locale con sedazione e ha durata variabile dai 40 minuti ad 1 ora. Eseguire un intervento in sedazione anestetica assistita, significa evitare di intubare il paziente come tipicamente avviene in caso di anestesia generale, e di garantire un recupero post-operatorio più veloce e meno pesante. Se inoltre, la mastoplastica è eseguita con tecnica smart, per offrire un seno nuovo, saranno sufficienti al chirurgo, in sala operatoria, soltanto 30 minuti di intervento.

 

L’INSERIMENTO DELLE PROTESI MAMMARIE

Le protesi mammarie vengono inserite a livello sotto-muscolare; questa tecnica prende il nome di dual-plain. Con tale tecnica la protesi sarà coperta sono dal muscolo pettorale che non solo riduce un possibile rigetto ma che va a coprire la protesi dando un risultato naturale sia a livello tattile che visivo. Altro aspetto positivo di questa tecnica è che la ghiandola mammaria e i dotti galattofori non verranno mai toccati, permettendo cosi alle pazienti di poter allattare e continuare a fare prevenzione con l’esecuzione di ecografie mammarie e mammografie come prima dell’intervento stesso. Le vie d’accesso più utilizzate sono tre: l’incisione infatti durante l’intervento di mastoplastica additiva può essere effettuato a livello del cavo ascellare, a livello dell’aureola mammaria e a livello del solco sotto mammario. L’accesso chirurgico è necessario per introdurre la protesi mammaria e anche per preparare la nostra “tasca” chirurgica che deve accogliere la protesi. La tasca dovrà essere grande e centrata sotto l’aureola mammaria per ricevere la protesi. Durante la preparazione della tasca saranno chiusi anche tutti i vasi sanguigni per evitare ematomi durante l’operazione. La tecnica a livello ascellare è quello meno utilizzata e ormai abbastanza obsoleta. L’entrata a livello areolare prevede la sezione attorno all’areola ed è quella in cui la cicatrice guarisce meglio andando a scomparire sfumando sul colore scuro dell’areola stessa. L’accesso a livello sottomammario evita la sezione della ghiandola mammaria e dei dotto galattofori permettendo di raggiungere immediatamente la tasca chirurgica sotto la ghiandola stessa.

 

ALTERNATIVA ALLE PROTESI MAMMARIE

Si può ormai affermare con totale sicurezza che non ci sono alternative alle protesi mammarie per avere un aumento definitivo del proprio seno. Per anni si è pensato che un intervento alternativo potesse essere l’iniezione di acido ialuronico. Provato su molte pazienti, è stato in seguito bandito dall’OMS per i rischi sulla salute di queste pazienti. Esso infatti andava a creare calcificazioni pericolose per il tessuto mammario e a simulare delle formazioni simili ad un tumore. Si è passati cosi al lipofilling, cioè andare a riempire la tasca mammaria con del grasso prelevato da altre parti del corpo, pensando che questa specie di “autotrapianto” potesse essere una valida e ben più salutare alternativa. Cosi non è stato; infatti si è subito visto che questo tessuto adiposo era riassorbibile dall’organismo in un tempo non ben precisato. Si tratta dunque di una tecnica che non offre risultati definitivi.

 

DEGENZA E POST-OPERATORIO

Sempre di più le pazienti affrontano senza paura questo intervento anche grazie ad un post-operatorio ormai privo di dolore. Non ci saranno medicazione come avveniva solitamente in passato, ma solo due drenaggi da rimuovere 48 ore dopo. Dovranno affrontare, infatti, soltanto piccoli fastidi come, ad esempio, indossare una fascia elastica prevista subito dopo la mastoplastica sul reggiseno senza ferretti. Quest’ultima è obbligatoria per le tre settimane successive sia di giorno che di notte e per le 2 settimane a seguire solo di notte in posizione distesa ( questo perché le protesi inserite tenderanno normalmente verso l’alto e la fascia andrà a spingerle verso il basso). Il seno apparirà solo un poco gonfio ed edematoso ma già dopo qualche giorno inizierà ad avere una compattezza e una forma quasi definitiva ed armoniosa col resto del corpo. Piano piano quindi si andrà a delineare la fisicità desiderata.

 

RISULTATI

I risultati di un intervento di mastoplastica additiva sono definitivi e ottimali. Una volta raggiunta la completa guarigione, i seni risulteranno tonici, alti e naturalmente belli, senza segni cicatriziali evidenti.

 

Se vuoi saperne di più sulla Mastoplastica Additiva vieni a trovarmi a Bari presso i centri clinici diagnostici corso Vittorio Emanuele II 150, 70122 mentre a Lecce ricevo presso il centro medico Epion in via Taranto 287, 73100. Recapito telefonico diretto: 334.126.47.67

 

chirurgo plastico estetico dr pierfrancesco bove

Autore: Dr. Pierfrancesco Bove

Sono il Dr. Pierfrancesco Bove, laureato in Medicina e Chirurgia ed abilitato alla professione medica presso la Seconda Università degli Studi di Napoli con il massimo dei voti.

                    

RICHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE

Per una domanda specifica oppure per una richiesta di informazioni di cui necessita sugli interventi e trattamenti di medicina e chirurgia plastica estetica e ricostruttiva eseguiti dal Dott. Pierfrancesco Bove, le chiediamo gentilmente di fornirci tutti i dati richiesti presenti nel modulo contatti sottostante.

Solo tramite questo form di contatti e tutti i canali ufficiali presenti nel web è possibile mettersi in contatto diretto con il Dott. Pierfrancesco Bove, che riceve per appuntamento in diverse città Italiane.

Per prenotare una visita con il Dott. Pierfrancesco Bove è possibile in alternativa anche telefonare al numero di telefono qui presente 334.12.64.767

 Assistenze sempre presente.

 Possibilità di finanziamenti.

 Personale medico qualificato.

 

1 + 2 =

Mastoplastica Additiva

Foto prima e dopo intervento di Mastoplastica Additiva eseguito a Bari e Lecce dal Dott. Bove.

GUARDA

Rassegna Stampa

Scopri cosa dicono le numerose testate giornalistiche, tv, radio e riviste sul Dott. Bove.

GUARDA

Domande Frequenti

Leggi le risposte alle domande più frequenti poste dai pazienti al Dott. Pierfrancesco Bove.

GUARDA

Finanziamenti Personalizzati

Finanzia ora il tuo intervento di chirurgia plastica estetica con comode rate mensili.

GUARDA

Scarica la nuova App del Dr. Bove

L'App che ti permette di scattarti una foto e ricevere un consiglio dal Dott. Bove.

SCARICA