Dott. Pierfrancesco Bove

Chirurgia Estetica Viso

Sentirsi belli non vuol dire adeguarsi ad una moda. La chirurgia deve essere sempre una scelta consapevole accompagnata dal buon gusto e da un chirurgo che sia in grado di indirizzare la paziente al meglio tralasciando le momentanee tendenze.

SCOPRI CHI SONO
Home » Otoplastica a Bari e Lecce

Otoplastica a Bari e Lecce

L’otoplastica, eseguita a Bari e Lecce dal Dott. Pierfrancesco Bove, è l’intervento di chirurgia plastica che mira a correggere e rimodellare le orecchie che possono essere caratterizzate da svariate malformazioni come ad esempio le orecchie “ad ansa”, conosciute più comunemente come orecchie “a sventola”. L'intervento è anche indicato per ripristinare una forma auricolare alterata in seguito a tumori o traumi come ad esempio nel caso delle orecchie “a cavolfiore”, p per ricostruire lobi lesionati da orecchini troppo pesanti, piercing e dilatatori.

 

COME E’ FATTO L’ORECCHIO

Principale funzione del padiglione auricolare è quella di raccogliere le onde sonore e convogliarle al timpano. Dal punto di vista estetico, se l'orecchio è ipertrofico, allora sporgerà verso l’esterno e apparirà appunto, come si suol dire, “a sventola”. L’elice è infatti il più periferico dei bordi del padiglione auricolare e divide la conca, con la sua radice, in una parte superiore e una inferiore. L’antielice è invece un secondo rilievo presente proprio tra la conca auricolare e l’elice. Pertanto un insolita posizione della sua direzione o anche la sua mancanza generano la comparsa dell’orecchio irregolare, definito nel gergo, “da elefante”.

 

CANDIDATO IDEALE

Chi si rivolge al chirurgo plastico per richiedere questa operazione è molto spesso un genitore per un figlio ancora piccolo o al massimo adolescente che ha una malformazione congenita come l’orecchio a sventola che difficilmente riesce a coprire con i capelli e pertanto spesso fonte di insicurezza personale. Proprio per questo è un intervento che viene eseguito anche in bambini molto piccoli: è sufficiente che abbiano superato i 6 anni d'età, necessari perché la cartilagine dell’orecchio sia completamente svulippata. Altri pazienti che chiedono l’otoplastica sono persone che hanno subito traumi o tumori all’orecchio o donne che per orecchini troppo grandi e pesanti hanno bisogno della ricostruzione dei loro lobi.

 

FASE PRE-OPERATORIA

Il colloquio pre-operatorio per questo intervento è di estrema e delicata importanza perché si tratta spesso di bambini molto piccoli o adolescenti e bisogna capire se possono affrontare questo intervento da un punto di vista sia fisico sia psicologico. Il chirurgo dovrà anche capire le reali necessità, difficoltà e perplessità del paziente e dei suoi genitori e comunicare se sia possibile o meno raggiungere i risultati sperati, indicando le tecniche operatorie.

 

INTERVENTO

L’intervento di otoplastica viene eseguito normalmente in anestesia locale, con sedazione, se richiesta. Nel caso si intervenga su un bambino è tuttavia consigliata un’anestesia generale per evitare possibili traumi al paziente. Se le orecchie ‘ad ansa’ sono causate da un’ipertrofia della conca, il chirurgo quindi andrà a incidere la parte posteriore dell’orecchio, rimuovendo poi la cartilagine che è presente in eccesso. Nel caso in cui si tratti di un invertito o mancato sviluppo dell’antielice, si procede comunque a incidere la porzione posteriore e rimodificarla. Comunque sia, la cicatrice non è visibile in quanto sarà nascosta dietro le orecchie lungo il solco retro auricolare.
Per quanto concerne la durata dell'operazione, in media, sono sufficienti 1 o 2 ore; il tempo varia a seconda del difetto auricolare da correggere.

 

DEGENZA E FASE POST OPERATORIA

La procedura chirurgica avviene normalmente in Day-hospital, quindi con l’intervento al mattino e la dimissione a casa già nel tardo pomeriggio. In seguito all’intervento di otoplastica è consigliato qualche giorno di riposo domiciliare. È fondamentale per la guarigione delle cicatrici indossare una benda compressiva a mo di di turbante attorno alla testa. Dopo tre o quattro giorni è possibile rimuovere il turbante per sostituirlo con una fascia più discreta, simile a quella da tennista, da indossare per una settimana. Dopo 4-5 giorni il paziente potrà riprendere la sua vita di tutti i giorni con le sue normali attività.

 

L’OTOPLASTICA RICOSTRUTTIVA

L'intervento di otoplastica può rivelarsi in alcuni casi utile non solo alla correzione di tradizionali difetti estetici come le orecchie a sventola ma anche per ricostruire o ridimensionare le strutture auricolari prodotto di incidenti o traumi. In questo caso l’intervento è certamente più invasivo e le cicatrici potrebbero essere più o meno visibili. Una tipica malformazione auricolare e prodotto di un trauma è propriamente noto come orecchio a cavolfiore tipico dei giocatori di rugby. Durante le partite per la stimolazione continua delle orecchie, queste ultime presentano un’evidente e costante infiammazione della membrana che riveste la struttura cartilaginea auricolare che cresce irregolarmente, si ingrandisce e ricalca la forme appunto di un cavolfiore. Con l'otoplastica ricostruttiva si ottiene una correzione della sua forma, un ritorno alla sua naturale struttura estetica. In altri casi inoltre l'intervento ricostruttivo può mirare alla correzione del lobo dalla forma impropria a causa dell'utilizzo di orecchini pesanti o dilatatori. Spesso infatti generano dei veri e propri danni estetici dei lobi, tagliandoli per netto o compromettendone ampiezza e lunghezza. Solo in casi più rari, la ricostruzione dell'orecchio si rivolge alla sua riduzione, con possibilità di ripristinare la struttura dell'antelice in grado a volte di contribuire a ridurre l'evidenza dell'aspetto ad ansa.

 

RISULTATI

Già dopo pochi giorni, tolte le medicazioni, il paziente vedrà le sue orecchie totalmente diverse, ormai finalmente normali e proporzionate al suo viso. Si raggiungono dei risultati davvero entusiasmanti in poco tempo e senza nessun dolore il paziente, piccolo o grande che sia, potrà avere finalmente contare su una sicurezza e autostima, guardandosi allo specchio, che il difetto auricolare aveva minato.

 

Se vuoi saperne di più sull'Otoplastica vieni a trovarmi a Bari presso i centri clinici diagnostici corso Vittorio Emanuele II 150, 70122 mentre a Lecce ricevo presso il centro medico Epion in via Taranto 287, 73100. Recapito telefonico diretto: 334.126.47.67

 

chirurgo plastico estetico dr pierfrancesco bove

Autore: Dr. Pierfrancesco Bove

Sono il Dr. Pierfrancesco Bove, laureato in Medicina e Chirurgia ed abilitato alla professione medica presso la Seconda Università degli Studi di Napoli con il massimo dei voti.

                    

RICHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE

Per una domanda specifica oppure per una richiesta di informazioni di cui necessita sugli interventi e trattamenti di medicina e chirurgia plastica estetica e ricostruttiva eseguiti dal Dott. Pierfrancesco Bove, le chiediamo gentilmente di fornirci tutti i dati richiesti presenti nel modulo contatti sottostante.

Solo tramite questo form di contatti e tutti i canali ufficiali presenti nel web è possibile mettersi in contatto diretto con il Dott. Pierfrancesco Bove, che riceve per appuntamento in diverse città Italiane.

Per prenotare una visita con il Dott. Pierfrancesco Bove è possibile in alternativa anche telefonare al numero di telefono qui presente 334.12.64.767

 Assistenze sempre presente.

 Possibilità di finanziamenti.

 Personale medico qualificato.

 

14 + 2 =

Otoplastica

Foto prima e dopo intervento di Otoplastica eseguito a Bari e Lecce dal Dott. Bove.

GUARDA

Rassegna Stampa

Scopri cosa dicono le numerose testate giornalistiche, tv, radio e riviste sul Dott. Bove.

GUARDA

Domande Frequenti

Leggi le risposte alle domande più frequenti poste dai pazieti al Dott. Pierfrancesco Bove.

GUARDA

Finanziamenti Personalizzati

Finanzia ora il tuo intervento di chirurgia plastica estetica con comode rate mensili.

GUARDA

Scarica la nuova App del Dr. Bove

L'App che ti permette di scattarti una foto e ricevere un consiglio dal Dott. Bove.

SCARICA