Dott. Pierfrancesco Bove

Chirurgia Estetica Corpo

La bellezza è in ogni donna e in ogni uomo. Un buon chirurgo deve solo esaltare le caratteristiche di ogni persona senza inventare nulla.

SCOPRI CHI SONO
Home » Mastopessi a Bari e Lecce

Mastopessi a Bari e Lecce

La mastopessi è un intervento eseguito a Bari e Lecce dal Dott. Pierfrancesco Bove, studiato per ottenere una nuova tonicità e forma dei seni affetti da evidente stato di ptosi tissutale.

 

CHI E’ LA CANDIDATA IDEALE

L'intervento di mastopessi è indicato in presenza di un seno poco tonico e ormai cadente a causa di un invecchiamento dei tessuti o conseguenziale di una gravidanza o allattamento. Alcuni processi, infatti, fisiologici, possono compromettere la bellezza di un seno, determinando una netta riduzione della sua tonicità e compattezza che determinano una loro caduta verso il basso. L'intervento consente di risollevare i seni, riposizionarli e donargli una nuova tonicità. Non a caso, la mastopessi è anche nota come lifting del seno.

 

LE CICATRICI DELL’INTERVENTO

Preoccupazione di molte donne, intenzionate a sottoporsi all'intervento è la presenza futura di esiti cicatriziali intorno al seno evidenti anche a distanza di mesi dalla mastopessi. Contrariamente ad una mastoplastica, l'operazione prevede infatti un numero maggiore di incisioni e quindi di successive suture per garantire un aspetto tonico e naturale. Diverse possono essere le incisioni previste in fase operatoria: solo periareolare, verticale e ad ancora o a T rovesciata. A tal proposito, per superare il limite della paura, è importante precisare quanto l'intervento di mastopessi possa rivelarsi utile ai fini estetici, sostituendo seni poco tonici e cadenti con seni alti e naturali. Inoltre c'è da aggiungere che le cicatrici, col tempo, saranno quasi impercettibili e qualora risultassero ancora evidenti a distanza di mesi, potranno essere trattate con efficaci trattamenti laser.

In caso di associazione al lifting mammario di inserimento di protesi, si corda però che le cicatrici potrebbero generare qualche evidente problema. Pur garantendo un ulteriore “risollevamento” dei seni, le protesi, se di volume impropriamente elevato, potrebbero causare danni al tessuto cutaneo, generandoun espansione tissutale e quindi una tensione innaturale delle cicatrici.
La scelta delle protesi anatomiche dovrebbe per questo limitarsi solo a casi selezionati per i quali non si prevedono conseguenze negative sugli esiti cicatriziali.

 

MASTOPESSI E MASTOPLASTICA ADDITIVA

E’ durante la visita pre-operatoria che la paziente capirà a quale intervento potrà essere sottoposta, se una mastoplastica semplice, se ad una mastopessi soltanto o se ad una mastopessi con mastoplastica. Questo dipende dalla caduta del seno e non solo dalle sue dimensioni. La paziente di fronte allo specchio o al chirurgo solleverà le braccia e se il seno rimarrà basso allora ci sarà bisogno di una mastopessi, se invece il seno salirà allora potrà essere necessaria anche solo una mastoplastica. La mastopessi secondo Benelli consiste in una cicatrice attorno all’areola. In alcuni casi però, sopratutto quando il seno risulta particolarmente cadente, con avanzato stato di ptosi tissutale, il chirurgo deve procedre ad effettuare una incisione in verticale più aggiunta di protesi tonde. Inserire Protesi a goccia potrebbe infatti nel tempo modificare negativamente la forma del seno, facendo risalire troppo verso l'alto il capezzolo e quindi dando al seno un aspetto innaturale. Infine si ricorda la tecnica più estesa di incisioni a T rovesciata che consta in un tagli verticale e uno sottomammario orizzontale. Anche in questo caso è importante la scelta della protesi da utilizzare; tuttavia il chirurgo può scegliere di creare una vera e propria autoprotesi con il tessuto mammario che sarà utilizzato per risollevare la mammella senza ricorrere dunque all'impianto di silicone.

 

MASTOPESSI E PROTESI AL SENO

Non sempre quando si ricorre ad un intervento di mastopessi si procede all'inserimento di protesi in silicone. La scelta di utilizzare l'impianto si limita infatti ai casi in cui a causa dell’atrofia sia ghiandolare che adiposa del seno, questo risulta oltre che cadente anche particolarmente “vuoto”. L'utilizzo delle protesi in accordo alle tecniche di mastopessi consente infatti di ridare volume e tonicità al seno e pertanto in questi casi fondamentale è la visita pre-operatoria. Conta tantissimo stabilire con il chirurgo la tipologia di protesi da inserire, in quanto se troppo grande porterebbe, oltre ad un risultato innaturale oltre che a problemi sul piano estetico per quanto concerne le cicatrici che potrebbero essere troppo in tensione. Inoltre potrebbe causare nuovi problemi di tonicità del seno che con il tempo, per il peso delle protesi, potrebbe nuovamente ricadere in una ptosi. La giusta scelta del volume dell'impianto e della tecnica di mastopessi da utilizzare sono i 2 parametri principali che permettono di raggiungere risultati armonici e naturali.

 

L’INTERVENTO

La mastopessi avviene in day-hospital. La paziente è sottoposta ad una sedazione per evitarle i rischi e i fastidi dell’anestesia totale e dell’intubazione. L’intervento durerà circa 2 ore e la paziente sarà già sottoposta ad un ciclo di antidolorifici endovena che poi continueranno con farmaci per via orale una volta tornata a casa nello stesso pomeriggio dell’intervento.

 

LA DEGENZA

La paziente subito dopo l’intervento noterà la presenza di un intenso gonfiore e il seno apparirà molto sporgente a livello del polo superiore e i capezzoli tenderanno verso terra; solo dopo alcuni giorni quest’edema diminuirà e apparirà piena anche la parte inferiore della mammella. Lungo le cicatrici saranno applicati dei cerottini chirurgici per 3 settimane ma che essendo impermeabili all’acqua permetteranno alla paziente già di iniziare a fare la doccia dopo pochi giorni dall’intervento. 

 

LA GESTIONE POST-OPERATORIA

La paziente sarà seguita per almeno 1 anno dopo l’intervento perché insieme al chirurgo bisognerà gestire le cicatrici sulle mammelle. Esse possono all’inizio presentarsi leggermente increspate, per questo è bene subito applicare creme cicatrizzanti, poi anticheloidee e in ultimo fare dei vigorosi massaggi su di esse. I punti chirurgici di solito sono riassorbibili, altrimenti saranno tolti dal chirurgo circa 2 settimane dopo l’operazione. Finalmente dopo mesi dall’intervento la paziente vedrà di nuovo il suo seno pieno e soprattutto alto e tonico come un tempo.

 

Se vuoi saperne di più sulla Mastopessi vieni a trovarmi a Bari presso i centri clinici diagnostici corso Vittorio Emanuele II 150, 70122 mentre a Lecce ricevo presso il centro medico Epion in via Taranto 287, 73100. Recapito telefonico diretto: 334.126.47.67

 

chirurgo plastico estetico dr pierfrancesco bove

Autore: Dr. Pierfrancesco Bove

Sono il Dr. Pierfrancesco Bove, laureato in Medicina e Chirurgia ed abilitato alla professione medica presso la Seconda Università degli Studi di Napoli con il massimo dei voti.

                    

RICHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE

Per una domanda specifica oppure per una richiesta di informazioni di cui necessita sugli interventi e trattamenti di medicina e chirurgia plastica estetica e ricostruttiva eseguiti dal Dott. Pierfrancesco Bove, le chiediamo gentilmente di fornirci tutti i dati richiesti presenti nel modulo contatti sottostante.

Solo tramite questo form di contatti e tutti i canali ufficiali presenti nel web è possibile mettersi in contatto diretto con il Dott. Pierfrancesco Bove, che riceve per appuntamento in diverse città Italiane.

Per prenotare una visita con il Dott. Pierfrancesco Bove è possibile in alternativa anche telefonare al numero di telefono qui presente 334.12.64.767

 Assistenze sempre presente.

 Possibilità di finanziamenti.

 Personale medico qualificato.

Mastopessi

Foto prima e dopo intervento di Mastopessi eseguito a Bari e Lecce dal Dott. Bove.

GUARDA

Rassegna Stampa

Scopri cosa dicono le numerose testate giornalistiche, tv, radio e riviste sul Dott. Bove.

GUARDA

Domande Frequenti

Leggi le risposte alle domande più frequenti poste dai pazienti al Dott. Pierfrancesco Bove.

GUARDA

Finanziamenti Personalizzati

Finanzia ora il tuo intervento di chirurgia plastica estetica con comode rate mensili.

GUARDA

Scarica la nuova App del Dr. Bove

L'App che ti permette di scattarti una foto e ricevere un consiglio dal Dott. Bove.

SCARICA