Dott. Pierfrancesco Bove

Blog Dr. Bove

Un blog dedicato a news e curiosità della medicina e chirurgia plastica estetica e ricostruttiva, scopri di più.

SCOPRI CHI SONO
Home » Blog » I granulomi: i danni causati dal silicone liquido
I granulomi: i danni causati dal silicone liquido

Se parliamo di filler, le principali sostanze che potrebbero essere collegate al trattamento sono l’acido ialuronico, l’acido glicolico o idrossiapatite calcica senza mai pensare ai vecchi e pericolosi filler permanenti.

Il motivo? A partire dal 1992 in Italia, una legge ha vietato categoricamente l’utilizzo e quindi l’infiltrazione di prodotti come il silicone liquido a causa degli evidenti rischi e conseguenze che ha generato negli anni ai pazienti che in passato hanno optato per il trattamento.

Ciò nonostante, non si escludono, seppur rari, i casi in cui ancora oggi pazienti poco informati si sottopongono, anche all’estero a trattamenti di filler permanenti, senza sapere a cosa vanno incontro: un aspetto  nettamente “plastico” e innaturale o nel peggiore dei casi ecco la comparsa, a distanza di tempo, di infezioni o di granulomi. Ne avete mai sentito parlare?

Si tratta di lesioni infiammatorie croniche prodotto della presenza di corpi estranei in grado di procurare anche serie infezioni. La loro formazione è, ovviamente, direttamente legata alle infiltrazioni di filler permanenti, come il silicone liquido che è ben poco gradito dal nostro organismo.

Si manifestano nel migliore dei casi con un rossore localizzato e un gonfiore dell’area sottoposta ad infiltrazioni, ma in altre situazioni ben oiù gravi, i granulomi, possono addirittura comprimere le terminazioni del volto, generando anche una sintomatologia dolorosa permanente e più intensa se in pressione.

Non si escludono anche casi in cui i granulomi determinano un condizionamento dei movimenti del viso nei punti in cui il filler è stata iniettato. Tutto questo, può certamente condizionare la vita del paziente, che oltre al pessimo risultato estetico si troverà a fare i conti anche con problemi legati alla propria salute.

Per rimediare al problema, esistono tecniche operatorie nel settore della medicina e chirurgia estetica che permettono la rimozione, seppur non facile, del silicone liquido, asportando quindi i granulomi. Attraverso metodiche particolari è infatti possibile restituire alle labbra la loro perfetta forma, e tornare nuovamente a sorridere. Il trattamento si esegue in sede anche ambulatoriale e in anestesia locale.

A Bari e Lecce, potrete rivolgervi al Dott. Pierfrancesco Bove, tra i pochi medici in Italia ad seguire interventi per la rimozione di silicone liquido.

I granulomi: i danni causati dal silicone liquido
Ha trovato utile questo contenuto ?

chirurgo plastico estetico dr pierfrancesco bove

Autore: Dr. Pierfrancesco Bove

Sono il Dr. Pierfrancesco Bove, laureato in Medicina e Chirurgia ed abilitato alla professione medica presso la Seconda Università degli Studi di Napoli con il massimo dei voti.

                    

RICHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE

Gentile utente la invitiamo a compilare tutti i campi richiesti presenti, in questo modo potremo fornirle le informazioni richieste secondo le sue aspettative.

Solitamente rispondiamo a tutte vostre richieste di informazioni pervenute dal nostro sito in massimo 24/48 ore dalla ricezione della vostra email.

Per prenotare una visita specialistica con il Dott. Pierfrancesco Bove è possibile in alternativa anche telefonare al numero diretto 334.12.64.767

 

 Assistente personale a sua disposizione.

 Possibilità di pagamento in piccole rate.

 Anestesisti e infermieri altamente specializzati.